educazione

Marshall B. Rosenberg

“Lo scopo della nostra educazione è stato quello di renderci adatti a vivere all’interno di strutture in cui poche persone ne dominano tante: ci è stato insegnato a preoccuparci di quello che le persone, specialmente quelle in posizione di autorità, pensano di noi.
Così, se pensano che abbiamo torto o ci giudicano come cattivi, incompetenti, stupidi, pigri o egoisti, saremo puniti. Se ci etichettano come buoni o cattivi studenti, buoni o cattivi dipendenti, allora saremo premiati o puniti.
Non siamo stati educati a pensare a ciò che è vivo in noi e a ciò che può rendere più bella la nostra vita.”
Marshall B. Rosenberg, Spiritualità pratica, Edizioni Esserci, Reggio Emilia 2007, p. 47

Annunci
educazione · internet

Nativi digitali

Un interessante articolo sui nativi digitali  e sulla trasformazione delle capacità cognitive, dal sito dedicato alla generazione 2.0. Qualche annotazione sintetica… Trasformazione del cervello e della mente nel corso delle varie epoche storiche in concomitanza delle rivoluzioni tecnologiche “La straordinarietà del nostro cervello consiste nel non avere circuiti cablati, ma disporre, in potenza, di una miriade… Continue reading Nativi digitali

educazione · internet

Riporto un articolo pubblicato su “La stampa” online Ma Internet ci rende stupidi? Neurologi e psicologi mettono in guardia dai pericoli legati al bombardamento di informazioni cui siamo sottoposti VITTORIO SABADIN Nicholas Carr, lo studioso americano che mesi fa aveva lanciato il primo allarme con l’articolo «Google ci sta facendo diventare stupidi?», è sempre più… Continue reading