Senza categoria

Mi sono spesso chiesta” dice quasi alla fine del libro “se questo attacco alla letteratura da molti considerata inutile o irrilevante non sia il riflesso del desiderio di sbarazzarci di tutto quel che per noi è doloroso o ripugnante, che non si adegua alle nostre regole, che non semplifica la vita e non ricade nella nostra sfera di potere o di controllo. In un certo senso, rifiutare la letteratura equivale a rifiutare il dolore e quel dilemma chiamato vita.”

Azir Nafisi, scrittrice iraniana residente negli USA.

Dal suo ultimo libro “La repubblica dell’immaginazione”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...