Senza categoria

Pico proiettori, un’alternativa economica alla LIM

Lim e dintorni

Vi consiglio la lettura di un articolo apparso su laricerca.loescher.it, dal titolo Goodbye LIM.Marco Guastavigna, il collega autore dell’articolo, partendo dalle osservazioni critiche sulle politiche scolastiche italiane contenute nel rapporto OCSE, ed in special modo quelle collegate al progetto Scuola Digitale, fornisce un dato che farebbe accapponare la pelle a qualunque insegnante: se il trend rimanesse quello attuale, per arrivare ai livelli del Regno Unito, dove otto aule su dieci sono corredate di LIM, ci vorrebbero ben 15 anni. Non uno virgola cinque, ma quindici.
Tralasciando il fatto che non sappiamo dove sarà arrivata l’education technology tra 15 anni, e che probabilmente le LIM avranno assunto altre forme e funzionalità, la provocazione che lancia Guastavigna è chiara (ed anche condivisibile): e se invece di aspettare tre lustri per avere questa benedetta LIM, e neanche in tutte le classi, ci concentrassimo nel trovare delle…

View original post 488 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...