mondo

Malala

Malala YousafzaiIl ritorno di Malala
Malala Yousufzai

Dal sito http://www.guardian.co.uk traggo notizie su Malala e risentire la sua voce piena di entusiasmo davvero allarga il cuore. Certo, è stata ricoverata per sei mesi a Birminghan ed ora ha ripreso a frequentare la scuola in quella stessa città, ma è possibile che la notizia non circoli in Italia? Sommersi da un mare di notizie stupide o ridondanti, persi nei meandri di processi che avrebbero potuto avere il loro esito già vari decenni fa (evitando, magari, ulteriori reati e danni al nostro paese), storditi da una burocrazia che attanaglia il nostro lavoro in maniera ormai maniacale e pestilenziale, finalmente ci si può smagare, invece, ascoltando questa ragazzina che a quindi anni, nonostante le ferite e il grave attentato subito, continua a lottare con serenità e naturalezza per difendere il diritto allo studio e, soprattutto, i diritti delle ragazze nello studio e nella società. Sì, perchè il diritto allo studio e alle pari opportunità dovrebbe essere così: sereno e naturale!
Mi viene da riflettere, dunque, sul ruolo dell’etica che continuo a pensare (da laica, non aggregata a nessuna religione) come fondamentale sostegno e substrato a qualsiasi iniziativa nell’agire umano, come la direzione di senso che tanto manca nei quotidiani discorsi densi di cavilli e vuoti di sostanza. Se manca il riconoscimento umano, qualsiasi innovazione, riforma, cambiamento avviene nella direzione sbagliata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...